“Tutto ciò che viene dalla mia cucina è cresciuto nel cuore.”

(Paul Eluard)

venerdì 19 agosto 2016

Pane del Raccolto

Ieri c'è stata la Luna Piena di Agosto, la Luna del Grano e quale momento migliore per panificare?! :D Impastando con amore e meditando su pensieri di abbondanza, gratitudine, benessere e serenità, tutta la tristezza va via di qua ahahah Non c'è niente di meglio della condivisione del pane per dire grazie alla Madre Terra e poi del profumo del pane appena sfornato ne vogliamo parlare?! *_* Di varietà di pane ce ne sono un'infinità, di forme altrettanto e di tecniche anche. Farò un post sulle farine, i lieviti e il pane in generale prossimamente...almeno spero, comunque è in programma, quindi lo scriverò prima o poi XD Intanto vi lascio questa ricetta che spero apprezzerete ;)


Ingredienti:
100 gr. di farina integrale o di farro
100 gr. di farina 0
100 gr. di farina di mais (quella per la polenta)
1/2 cubetto di lievito di birra fresco, o 1/2 bustina di lievito di birra secco
acqua q.b. (a temperatura ambiente, non troppo fredda)
1 cucchiaino di sale 
1 cucchiaino di malto, o zucchero
1 cucchiaio di olio evo
1/2 cucchiaino di curcuma in polvere, o di zafferano (che avrete cura di mettere in infusione nell'acqua prima di usarla)
Potete aggiungere nell'impasto anche dei semi misti 

*** Se qualcuno possiede del lievito madre e preferisce usare quello tenete presente che solitamente 240 gr. di lievito madre corrispondono a 7 gr. di lievito di birra secco e 15 gr. di lievito fresco. Se la ricetta prevede il lievito di birra, ma volete usare il lievito madre, ricordatevi di togliere dagli ingredienti 120 gr. di acqua e 120 gr. di farina dalla ricetta originale. Se il pane risulta troppo acido o la lievitazione troppo veloce, riducete la quantità del lievito madre la prossima volta.

In una ciotola mettete le farine, il lievito con un cucchiaino di malto, l'olio e la curcuma, iniziate ad impastare con l'acqua e in un secondo momento unite il sale, in modo che non entri in contatto diretto con il lievito. L'impasto deve risultare morbido e liscio, quindi lavoratelo per qualche minuto. Mettete il pane in una ciotola, coperta da pellicola trasparente e lasciate lievitare 2-3 ore, lontano dalle correnti d'aria. Finché non sarà raddoppiato di volume. Trascorso il tempo, infarinate il piano da lavoro e procedete con le pieghe, queste servono per dare forza al pane e aiutare lo sviluppo del glutine. 


Mettete il panetto così ottenuto su una teglia foderata con carta da forno, coprite nuovamente con la pellicola e lasciate lievitare per 3-4 ore circa. Trascorso il tempo, procedete con i tagli, che servono per evitare che il pane "fiorisca" in forno (cresca) senza che si formino crepe ed aiutando a penetrare il calore all'interno. Vanno fatti praticando un’incisione profonda e angolata (tenendo cioè la lama inclinata, mentre si taglia) e profondi 2 cm.


Lasciate riposare una decina di minuti e infornate in forno, preriscaldato a 250°C. con un pentolino d'acqua sul fondo, per 10 minuti. Dopodiché togliete l'acqua e abbassate la temperatura a 200° C. continuando la cottura per circa 20 minuti. Controllate inserendo lo stecchino nel pane, se tirandolo via risulta asciutto, il pane è pronto. Se inizia a colorirsi troppo, ma è ancora crudo, copritelo con della carta di alluminio. 







Nessun commento:

Posta un commento