“Tutto ciò che viene dalla mia cucina è cresciuto nel cuore.”

(Paul Eluard)

giovedì 18 agosto 2016

Nocciolata spalmabile

Ma chi è che non ama la crema di nocciole?! *_* Da quando ho iniziato ad informarmi e a fare più attenzione a ciò che mangio, mi sono resa conto di che schifezze ci sono in commercio e di quanto queste producano forte dipendenza. Ammettiamolo, è difficilissimo imitare la tanto amata Nutella, l'unica crema che mi è capitato di assaggiare e che ha quasi lo stesso sapore è la crema della Valsoia, ma poi sono andata a vedere l'etichetta e mi sono resa conto che per l'appunto non ci sono molte differenze di ingredienti, tranne l'assenza di prodotti animali, ma per il resto sempre di schifezza si tratta. Ho provato tanto a realizzare una crema di nocciole che soddisfacesse il palato dei più esigenti e alla fine credo di aver trovato la MIA ricetta perfetta! :D Per chi conosce e usa la Nocciolata Rigoni di Asiago (meravigliosa) amerà anche questa ricetta, perché il risultato è molto simile nel sapore e nella consistenza.


Ingredienti:
150 gr. di zucchero integrale di canna
250 gr. di nocciole tostate
150 gr. di cioccolato fondente di buona qualità
150 ml. di latte di soia, o altro latte vegetale non dolcificato
semi di mezza bacca di vaniglia (facoltativo)

Avete bisogno di un frullatore potente, perché altrimenti rischiate di surriscaldarlo e romperlo. Frullate prima lo zucchero di canna per qualche minuto, unite poi le nocciole e frullate per almeno 15 minuti, magari facendo qualche pausa per far riposare le lame. Tritate al coltello il cioccolato e aggiungetelo alla crema di nocciole, versando il tutto in un pentolino, insieme al latte vegetale. Scaldate la crema a bagnomaria per qualche minuto, in modo da amalgamare bene tutti gli ingredienti e raggiungere la densità desiderata. Versatela in un barattolo di vetro sterilizzato e chiudete con il coperchio, in questo modo raffredderà nel barattolo creando il sottovuoto. Una volta fredda usatela come volete, se si indurisce, esattamente come per la nutella, riscaldatela leggermente. Una volta aperta si conserva per un paio di settimane circa, magari conservata in frigo.
Se vi piace più cioccolattosa, aumentate la quantità di cioccolato fondente a 200 gr. e diminuite le nocciole a 200 gr. 

Nessun commento:

Posta un commento